Stillborn Webzine


VOICES OF MASADA - FOUR CORNERS


..e giungono al debutto, a due anni dalla nascita e dopo il fortunato demo Prelude, anche i Voices of Masada dell'ex Burning Gates Danny Tartaglia. Un'autoproduzione che però fa interessare due grandi label/distributori come l'austriaca Strobelight (www.strobelight-records.com) e l'inglese Resurrection (www.resurrectionmusic.com) che si occupano della distribuzione di questo Four Corners in tutto il mondo.. e non mi meraviglio che le due label si siano interessate a distribuire questi inglesi al debutto visto che alla fine si tratta di puro, classico, tradizionale e incontaminato British Goth Rock!
8 tracce, 42 minuti e siamo tutti contenti, sin dalla traccia d'apertura Vathek ci immergiamo nel più classico del goth-rock, le delicate trame di chitarra di Eddie e Rob si intrecciano creando malinconici scenari, il basso di Danny, anche se un pò in secondo piano (ma come missaggio non ci possiamo proprio lamentare!) pulsa come non mai e il vocione di Raymon domina la scena.. un disco veramente bello, che cresce e coinvolge con il passare delle tracce e i nostalgici sicuramente non rimarranno delusi.. brani come No More Gods, Shine, Days of November sono delle piccole perle (forse uscite con qualche annetto di ritardo, ma pur sempre piccole perle!) e non si può rimanere indifferenti! ..unica nota negativa: l'artwork! uno schifo! ..roba che mio nipotino di 3 anni con 2 scarabocchi e un tocco di photoshop (perchè è risaputo che i bambini di oggi sono dei geni del computer.) riesce a fare dei capolavori dell'arte.. comunque a parte l'orribile artwork, potete stare sicuri che i Voices of Masada hanno confezionato per voi un dischetto coi fiocchi!